Amanita muscaria 

       Nome volgare: ovulo malefico

Cappello: 6-20cm, globoso emisferico, poi pianeggiante;verruche bianche, colore rosso brillante. 
Lamelle: bianche, ,fitte e libere al gambo, con lamellule.
Gambo: 10-20x1,5-2,5 cm, bianco cilindrico con fioccosità bianca dalla base fino all'anello;anello membranoso, pendulo e ampio;  volva dissociata .

Carne: bianca,  soda; odore e sapore trascurabili.
Ecologia: da agosto a novembre, diffuso nelle regioni termofile,più raro nelle regioni idrofile, rarissimo a nord delle Alpi; sia sotto conifere che sotto latifoglie, specialmente nelle faggete. 
Commestibilità: velenoso. Provoca la sindrome panterinica. La latenza va da 1 a 4 ore.

Reazioni chimiche:la carne con Hso marroncino, con fenolovinoso, con Koh o feso negativo.

Caratteri salienti:cappello rosso, coperto di verruche bianche; lamelle bianche; volva dissociata. 

C. Lavorato e M. Rotella, 1999, Publisfera, S. Giovanni in Fiore

Commestibili    Non Commestibili   Velenosi Mortali   Indietro

 

 Update 04.03.2002

A cura di Ilario Belmonte   

In collaborazione con: Associazione Micologica Bresadola - Gruppo "Sila Greca"