La riproduzione

I funghi si propongano per circa il 90% tramite il micelio e solo per il restante 10% si riproducono per mezzo di  spore. La propagazione tramite micelio è più vantaggiosa ma resta circoscritta spazialmente. Quando il complesso processo di sessualità è già avvenuto il micelio à già in grado di fruttificare, deve solo trovare le idonee condizioni climatico ambientali.La riproduzione tramite spore è mediata dal vento o dagli animali che le trasportano lontano dal luogo di origine, così la crescita può avvenire in altre località. Una volta che la spora incontra il terreno idoneo e l'umidità necessaria, germina e forma una rete di micelio primario. Potrà dar vita ad un nuovo micelio secondario solamente quando incontra un micelio di sesso opposto della stessa specie e trova anche la vegetazione idonea alla convivenza . La copulazione, nei basidiomiceti, avviene quando i due miceli primari si incontrano e si fondano in una unica cellula bisessuata, che poi si sviluppa e al momento opportuno fruttificare. I due miceli primari degli ascomiceti s'incontrano, si sviluppano insieme, ma a polarità separata, la copulazione e la fusione avvengono al momento della fruttificazione. La crescita dei funghi dipende soprattutto da fattori ambientali e climatici Il carpoforo per avere una crescita veloce e sana ha bisogno di molto umidità e calore. la luce la influenza in modo differenziato. Alcune specie crescono in assoluta oscurità, altre hanno bisogno di luoghi soleggiati.La velocità di sviluppo del carporo è molto varia, il genere Coprinus di media ha circa due giorni di vita, i porcini vivono circa una settimana, uno Scleroderma circa un mese, alcuni afilloforali vivono diversi anni. Quando la temperatura è alta lo sviluppo è celere, se invece fa freddo la vita del fungo si allunga. 

indietro

  Update 13/04/2002

A cura di Ilario Belmonte  

In collaborazione con: Associazione Micologica Bresadola - Gruppo "Sila Greca"